Come va pagata la badante?

Qual'è il metodo più comodo per pagare lo stipendio della badante?

Dopo le limitazioni nel ritiro di contanti per ridurre il rischio di evazione fiscale, la forma più chiare e trasciabile di pagamento dei lavoratori conviventi è l'assegno o il bonifico.

Comunque non è vietato pagare la persona con i contanti ma a questo punto va firmato il cedolino in duplice copia al momento del pagamento per renderlo come una "ricevuta".

Lo svantaggio è che dovrà effettuare varie prelievi in banca tutti i mesi...

Tante Badanti non sono ancora abituate e attrezzate per ricevere i pagamenti tramite bonifici! Conviene aiutarla nel operazione:

Consigliamo sempre ai collaboratori che non hanno ancora aperto un conto bancario di aprirne uno senza aspettare, potranno quindi anche mandare facilmente i soldi a parenti tramite bonifico con commissioni decisamente più basse che tramite trasferimento di contanti (moneygram...).

Per l'apertura del conto bancario, la badante dovrà indicare il suo indirizzo di residenza e, se è diverso dalla residenza, l'indirizzo di domicilio o di spedizione delle comunicazioni.

Le Banche più comode per le badanti sono quelle ovviamente aperte nel orario di riposo del lavoratore oppure che dispone di un internet banking comodo (personalmente consiglio Le poste...).

Quando va pagato lo stipendio?

La data limita per il pagamento dello stipendio sono i primi giorni del mese successivo, solitamente entro il 5 del mese.

Come riconoscere richieste di anticipi?

Se vengono riconosciuti anticipi sullo stipendio durante il mese, dovrai fare una scrittura privata come "ricevuto per anticipo dello stipendio".

Se l'importo richiesto è superiore alla metà del 'importo del mese, è consigliato stabilire e liquidare un "anticipo sul TFR maturato", che puo essere accordato una volta all'anno.